Insegnamento della matematica: risultati dell’indagine

L’Osservatorio UMI sui corsi di studio ha recentemente condiviso un documento sui risultati del Questionario sull’insegnamento della matematica per le altre discipline, e sulla matematica per l’insegnamento, creato dall’Osservatorio stesso e proposto, nel 2022, agli Atenei italiani.

Questo questionario cerca di fotografare, nella prima parte, la situazione degli insegnamenti MAT negli Atenei italiani, al di fuori del Corso di Laurea in Matematica, che hanno avuto una forte contrazione, in termini di CFU dedicati, a partire dal riordino universitario del 2010.

La seconda parte è dedicata alla matematica per l’insegnamento, che sta avendo una fase di sviluppo e di profonda trasformazione a seguito delle variazioni normative occorse nell’ultimo periodo.

La terza parte è solo un abbozzo su un fenomeno in pieno sviluppo che richiederebbe un’analisi più articolata, cioè il nascere di nuovi corsi di laurea su discipline emergenti, che vedono i matematici come protagonisti o, talvolta, solo come comprimari.

Il questionario cerca di fare il punto sulla situazione attuale, con lo spirito di valorizzare ed individuare idee nuove.

Il questionario è stato proposto durante il 2022. Abbiamo ottenuto risposte da 15 Atenei, precisamente da 8 Atenei con interviste dirette (a 13 colleghi) e da 7 Atenei che hanno risposto online (da parte di 10 colleghi). Hanno risposto coordinatori o referenti delle Commissioni didattiche, Presidenti di Corso di Studio. Ingegneria è presente in 13 dei 15 Atenei.

Il documento è disponibile nella sua interezza qui.

Olimpiadi: aprile 2024

Sul sito delle Olimpiadi italiane di matematica, questo mese di aprile si è aperto con una riflessione (scherzosa) sull’intelligenza artificiale. I sistemi AI stanno avendo infatti un forte impatto anche nell’ambito delle olimpiadi. Lo scorso gennaio DeepMind ha pubblicato un articolo su Nature riguardo al proprio sistema “AlphaGeometry” che ha raggiunto, sui problemi di geometria, il livello di un concorrente da medaglia d’oro alle IMO. A questo si è aggiunto, più recentemente, l’annuncio del prossimo passo nella AI Mathematical Olympiad (AIMO), una sfida per sviluppatori di intelligenze artificiali su problemi olimpici. Si tratta di un tema molto interessante e attuale e che tocca da vicino la comunità matematica, non solo nella sua parte olimpica.

Parlando invece di gare umane, aprile è mese di EGMO, quest’anno a Tskaltubo in Georgia. In questa 13a edizione per l’Italia gareggeranno Barbara Catino, Giulia Comini, Matilde Iannaccone e Martha Sofia Mayo. Per i risultati bisognerà aspettare il prossimo notiziario, oppure visitare il sito delle Olimpiadi.

E il prossimo notiziario conterrà anche i risultati delle Finali Nazionali, individuali e a squadre, che saranno a Cesenatico il primo weekend di maggio. Si tratta della quarantesima edizione delle finali nazionali, quindi sarà anche l’occasione per festeggiare quanto raggiunto finora e pensare ai prossimi obiettivi olimpici.

Per ulteriori dettagli, come sempre, rimandiamo al sito delle olimpiadi.

Risultati OCSE-PISA 2022, la prova di Matematica – approfondimenti

Risultati OCSE-PISA 2022 per la Matematica, approfondimenti e riflessioni. Com’è costruita la prova di matematica: ingredienti e istruzioni per l’uso (a cura di Roberto Capone, Francesca Ferrara, Ketty Savioli).

Linee guida UMI per linguaggio inclusivo

L’Unione Matematica Italiana è lieta di presentare alla comunità matematica queste linee guida sull’uso del linguaggio inclusivo, frutto del lavoro di un gruppo di lavoro composto da membri dell’Ufficio di Presidenza, della Commissione Scientifica, di tutti i comitati e osservatori e della segreteria. Approvate dall’Ufficio di Presidenza e dalla Commissione Scientifica, esse contengono suggerimenti e orientamenti pratici per l’uso di un linguaggio equo ed inclusivo sotto il profilo del genere, ma anche di altre possibili cause di esclusione.

guida_linguaggio_inclusivo

Ciclo di seminari UMI-CliMath

Giovedì 21 marzo alle ore 14.00, nella sala seminari dell’Istituto Nazionale di Alta Matematica “Francesco Severi” (INdAM), al primo piano dell’edificio del Dipartimento di Matematica “Guido Castelnuovo”, edificio CU006, all’interno della Città Universitaria della Sapienza Università di Roma, Piazzale Aldo Moro 5, si terrà il primo incontro scientifico del gruppo CliMath dell’Unione Matematica Italiana (UMI) “Modellistica matematica per lo studio del clima, del cambiamento climatico, e dei suoi impatti” (https://umi.dm.unibo.it/gruppi-umi-2/gruppo-umi-climath/).

Sarà anche possibile seguire a distanza mediante la piattaforma Zoom. Per registrarsi riempire il seguente form https://forms.gle/6CiK332ZYK4aM9m26 mediante il quale è anche possibile richiedere il link Zoom se si seguirà a distanza.

Il programma sarà il seguente:

14:00-14:50, Piermarco Cannarsa (Università di Roma Tor Vergata, presidente dell’Unione Matematica Italiana)
“Metodi quantitativi nella scienza del clima: possibili apporti della matematica”

15:00-15:50, Carlo Massimo Casciola (Sapienza Università di Roma, preside Facoltà ICI di Sapienza)
“Metastabilità, eventi rari e implicazioni (per il clima e non solo)”

16:00-16:30,  Tavola Rotonda

Di seguito il link della pagina web dedicata https://sites.google.com/view/gruppo-umi-climath/seminari-ed-attività-del-gruppo-climath

Seminari_21032024_ UMI_CliMath

 

New Members of the EMS Young Academy

In a recent announcement, the European Mathematical Society (EMS) has unveiled the list of talented individuals joining the prestigious Young Academy for the year 2024. The roster, now accessible on the EMS official website [https://euromathsoc.org/EMYA-list2024], introduces a cohort of promising mathematicians set to make significant contributions to the field.

Among the distinguished researchers, two are currently employed in Italian universities:

Felisia Angela Chiarello, Università dell’Aquila
Roberto Pagaria, Università di Bologna

The EMS Young Academy serves as a platform for these emerging talents to engage in collaborative research, network with peers across Europe, and contribute to the advancement of mathematical knowledge.

As we congratulate the newly appointed members, we look forward to witnessing the innovative ideas and groundbreaking work that will undoubtedly emerge from this dynamic group, further solidifying the European Mathematical Society’s commitment to fostering excellence in the realm of mathematics.

XXXVII CONVEGNO UMI-CIIM – Call Laboratori

La CIIM invita ricercatori, insegnanti e persone che a vario titolo si occupano di educazione matematica a portare il proprio contributo al convegno presentando proposte di laboratori di matematica, che coinvolgano in modo attivo i partecipanti promuovendo il confronto e la discussione.

Chi desidera proporre un laboratorio potrà farlo compilando online l’apposito MODULO.

Le schede devono essere compilate entro il 5 maggio 2024.

Il Comitato Scientifico, valutate le proposte, comunicherà ai proponenti, entro il 20 maggio 2024, se la loro proposta è stata accettata o meno.

Ciascun laboratorio ha la durata di due ore.

La conduzione di un laboratorio è pensata a titolo completamente gratuito. Chi non abbia la possibilità di usufruire di altre forme di finanziamento, può presentare domanda per richiedere un contributo per coprire parzialmente le spese di viaggio, vitto e alloggio. Un’apposita commissione valuterà la possibilità di erogare eventuali contributi a seconda delle disponibilità finanziarie e delle richieste pervenute.

Un laboratorio può essere presentato da una o più persone, fino a un massimo di TRE. Un proponente non può comparire in più di DUE proposte di laboratori. In fase di selezione dei laboratori il Comitato Scientifico si riserva di ammettere un solo laboratorio per proponente.

Modulo proposta laboratori

II meeting UMI for Doctoral Students: registration is open

The registration for the II meeting UMI for Doctoral Students (Naples, June 13-14, 2024) is now open: registration form.

The opportunity to submit your candidacy as a speaker is now closed. The selection will be published soon!

The Committee invites all Ph.D. students and participants to join us in this unique event, encompassing a wide range of mathematical fields, from the most abstract theory to industrial collaboration and multidisciplinary interactions.

Here the list of the Invited Speakers: Luciano Campi (Università degli Studi di Milano), Guido De Philippis (Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati), Carlotta Giannelli (Università degli Studi di Firenze), Mima Stanojkovski (Università di Trento).

Stay tuned for further updates on the event! Visit the website!

Olimpiadi: marzo 2024

Medaglie da Bucharest e qualificazioni a squadre in tutta Italia: si vedono all’orizzonte le finali nazionali.

Continua a leggere

Comunicato della CIIM su Valutazione nella Scuola Primaria

Valutazione nella Scuola Primaria: il Governo sta per compiere un passo indietro che sa di perdita di tempo (e fatica).

Nel dicembre 2020, durante il periodo Covid, è stata introdotta una riforma sulla valutazione degli apprendimenti, attesa da tempo dalla Scuola Primaria. Con l’Ordinanza Ministeriale 172/2020, la valutazione espressa tramite un voto numerico è stata sostituita da un giudizio descrittivo.

Oggi, l’eventuale ritorno al giudizio sintetico, proposto in un emendamento al ddl 924-bis,  rappresenterebbe una rapida negazione del senso e della struttura della riforma della valutazione introdotta nel 2020.

La Scuola Primaria ha perseguito l’obiettivo di una valutazione descrittiva per molto tempo, basandosi su solide prove della ricerca pedagogica e didattica. Queste evidenze giustificano pienamente questa scelta. Tuttavia, mettere in discussione questo senso con il ritorno ai giudizi sintetici, senza dare il tempo di verificare realmente l’efficacia e di considerare l’adattamento che ogni processo di rinnovamento comporta, è discutibile.

Inoltre, qualsiasi riforma della valutazione, per essere veramente efficace e significativa, deve avere il tempo di confrontarsi e eventualmente modificare la cultura della valutazione, e di integrarsi con una riflessione più globale sul senso dell’apprendimento e sul ruolo di scuola e famiglie.

Il Ministero dovrebbe riflettere su una questione di metodo ancora più rilevante e strategica. La Scuola Primaria ha fatto uno sforzo significativo per il rinnovamento introdotto alla fine del 2020. Se, come spesso accade in Italia, dopo poco tempo si annulla tutto dall’alto, vanificando gli enormi sforzi compiuti, sarà sempre più difficile per la Scuola assumersi la responsabilità di nuove riforme importanti.

L’Ordinanza Ministeriale 172/2020 ha innescato un processo necessario e molto impegnativo di riflessione e rinnovamento all’interno del mondo della Scuola. È stato investito molto tempo ed energia dai professionisti della Scuola per cercare di adattarsi a una riforma sicuramente impattante. Questo tempo e queste energie meritano rispetto.

Pertanto, è indispensabile riflettere attentamente su un eventuale cambio di direzione e riflettere insieme con il mondo della Scuola per trovare soluzioni che migliorino senza necessariamente stravolgere. La speranza è che il Ministero, il Governo e il Parlamento ne siano convinti: c’è sicuramente tempo per pensarci e per avviare questo dialogo.

Maria Mellone, Università Federico II di Napoli, Presidente UMI-CIIM

Per saperne di più, leggi l’intervento di Maria Mellone sul Corriere della Sera

 

 

Foto di copertina di NOST da Pixabay