Articoli

Il 10 dicembre prossimo ricorre l’ottantesimo anniversario della data in cui la Commissione Scientifica dell’UMI approvava un comunicato nel quale si appoggiavano le leggi razziali appena promulgate dal regime fascista. 

Su questo argomento sono intervenuti Ciro Ciliberto e Gilberto Bini nell’editoriale apparso sul Notiziario del febbraio di quest’anno, delineando la posizione attuale dell’UMI con estrema efficacia: “Ci sentiamo in dovere di dire oggi che troviamo quel comunicato ingiustificabile da ogni punto di vista, umano, civile, politico e scientifico, e ci risulta particolarmente doloroso constatare che matematici di grande livello abbiano potuto scendere a patti così bassi con la loro coscienza.”

La Commissione Scientifica dell’UMI condivide totalmente questo giudizio ed organizzerà prossimamente un’occasione nella quale approfondire l’analisi di quella delicata fase storica dell’UMI.

Nel 2018 ricorrono 80 anni dalla promulgazione delle leggi razziali da parte del regime fascista. Anche l’Unione Matematica Italiana partecipò a scrivere una pagina nera di quella storia. Ne ricordiamo gli aspetti principali in questo documento, sperando che l’orrore di allora non si ripeta di nuovo.
Un errore, o meglio, un orrore di 80 fa, Gilberto Bini – Ciro Ciliberto [Matematica, Cultura e Società – Rivista dell’Unione Matematica Italiana, Serie I, Vol. 3, n. 2, Agosto 2018, pagg. 85-92]