Articoli

 

In occasione
della mostra Numeri. Tutto quello che conta, da zero a infinito

il Palazzo
delle Esposizioni presenta

 

Matematici
al lavoro

 

Palazzo delle
Esposizioni – Sala Cinema

9 – 30 aprile 2015

 

Ciclo di
incontri a cura di

Ciro Ciliberto – Presidente dell’Unione Matematica Italiana, Luigi Civalleri – Coordinatore scientifico della mostra “Numeri”, Roberto Natalini – Direttore dell’Istituto per le Applicazioni del Calcolo del CNR

La matematica che in genere si insegna a scuola sembra una costruzione immutabile: la scienza esatta per eccellenza pare ferma dai tempi di Newton, o forse di Euclide. Niente di più falso. Questo ciclo di conferenze ha proprio lo scopo di sfatare i luoghi comuni e mostrare al pubblico dei non specialisti cosa fanno oggi i matematici e quali interessanti direzioni sta prendendo la disciplina. Nel corso di
quattro incontri dedicati a quattro diversi ambiti di studio e ricerca, alcuni tra i migliori esponenti della prestigiosa scuola matematica italiana ci parleranno di problemi, modelli e applicazioni, ma anche di affascinanti avventure intellettuali. Perché come diceva Georg Cantor, “l’essenza della matematica sta nella sua libertà”.

 

9 aprile, ore 18.30

Piermarco Cannarsa e Adriana Garroni

ALLA RICERCA DEL MASSIMO E DEL MINIMO (video)

conduce Luigi Civalleri

Uno dei più classici problemi matematici richiede di trovare il modo di rendere massima (o minima, a
seconda delle circostanze) una certa quantità. Sono i cosiddetti problemi di ottimizzazione
, che in pratica ci permettono di ricavare la migliore soluzione possibile, sotto certe condizioni e in presenza di certi vincoli.
Come si può immaginare è un campo ricchissimo di modelli e applicazioni; ma è anche molto interessante studiare l’ottimizzazione “naturale” di certi fenomeni fisici e biologici, che per così dire risolvono “spontaneamente” problemi di massimo e minimo.

 

16 aprile, ore 18.30

Paolo Baldi e Marco Isopi

EPPUR SI MUOVE (A CASO)

conduce Silvia Bencivelli

Dai mercati finanziari alle epidemie, dai razzi spaziali ai social network: i matematici, oggi, si occupano anche di questi fenomeni. Lo strumento principe per affrontarli è la teoria della probabilità, che nella sua versione moderna studia il modo in cui cose tanto diverse tra loro si trasformano nel tempo. Il trucco per riuscirci è trattare i fenomeni complicati come eventi casuali, rendendoli in questo modo risolubili con gli strumenti probabilistici.

 

23 aprile, ore 18.30

Enrico Arbarello e Francesco Pappalardi

NUMERI E GEOMETRIA

conduce Rossella Panarese

All’inizio ci sono i numeri che conosciamo tutti, quelli con cui abbiamo imparato a contare e a
ordinare il mondo. Hanno proprietà profonde, che riusciamo a vedere anche se, in alcuni casi, non ancora a spiegare. Ma per affrontare problemi più nascosti abbiamo bisogno di altri numeri, molto meno familiari, tra cui ad esempio i numeri complessi
, che ci aiutano a scoprire nuove figure della geometria. Racconteremo queste storie di numeri e forme, e parleremo del lavoro dei matematici, di cosa mette in moto la loro mente e della loro passione. E del perché, invece, per molti la matematica è
così ostica.

 

30 aprile, ore 18.30

Emanuele Caglioti e Roberto Natalini

LA MATEMATICA E LA REALTÀ

conduce Stefano Pisani

La matematica non è solo il linguaggio delle scienze esatte ma ha anche sorprendenti applicazioni che
incidono in modo importante sulla nostra vita quotidiana: pensiamo ad esempio alla compressione della voce nei telefoni cellulari o ai sistemi di controllo degli aeroplani. Ma come avviene la traduzione di un problema applicativo in linguaggio matematico? E come, viceversa, la matematica riesce a tradurre le sue soluzioni in algoritmi e procedure affidabili? La modellistica matematica, che studia questi ambiti, è un campo di ricerca importante e vitale, come ci spiegheranno i nostri relatori.

 

 

Informazioni

Palazzo delle Esposizioni
– Sala Cinema, scalinata di via Milano 9 a, Roma

www.palazzoesposizioni.it

INGRESSO LIBERO FINO A ESAURIMENTO POSTI

I posti verranno assegnati a partire da un’ora prima dell’inizio di ogni incontro

Possibilità di prenotare riservata ai soli possessori della membership card