Il Comitato Scientifico del Congresso ha attivato le seguenti sezioni, con i relativi coordinatori:

S1: Analisi non lineare e sistemi hamiltoniani
Massimiliano Berti, Pierpaolo Esposito

S2: Equazioni differenziali alle derivate parziali
Fabio Ancona, Giulio Ciraolo

S3: Equazioni differenziali ordinarie e sistemi dinamici
Gianmaria Verzini, Stefano Marmi

S4: Calcolo delle variazioni e controllo
Maria Giovanna Mora, Alessio Porretta

S5: Analisi reale e disuguaglianze funzionali
Francesco Maggi, Carlo Nitsch

S6: Analisi armonica
Nicola Arcozzi, Maria Vallarino

S7: Probabilità e statistica matematica
Dario Trevisan, Elisabetta Candellero

S8: Fisica Matematica
Tamara Grava, Giovanni Gronchi

S9: Modelli e applicazioni
Marzia Bisi, Giancarlo Consolo

S10: Sistemi dinamici e metodi numerici per le equazioni differenziali
Raffaele D’Ambrosio, Rossana Vermiglio

S11: Teoria dell’approssimazione ed applicazioni
Carlotta Giannelli, Lucia Romani

S12: Algebra lineare numerica ed applicazioni
Paola Boito, Bruno Innazzo

S13: Metodi numerici per le equazioni alle derivate parziali
Silvia Bertoluzza, Paolo Zunino

S14: Algebra
Lidia Angeleri, Daniela Bubboloni

S15: Teoria di Lie
Jacopo Gandini, Salvatore Stella

S16: Combinatoria
Michele D’Adderio, Martina Lanini

S17: Topologia e Geometria differenziale
Bruno Martelli, Barbara Nelli

S18: Geometria Complessa
Danile Angella, Chiara de Fabritiis

S19: Geometria Algebrica
Cinzia Casagrande, Angelo Lopez

S20: Logica Matematica
Vincenzo Marra, Luca Motto Ros

S21: Teoria dei numeri
Stefano Vigni, Alessandro Gambini

S22: Storia della matematica
Alberto Cogliati, Veronica Gavagna

S23: Didattica della matematica
Annalisa Cusi, Francesa Martignone

S24: Divulgazione della matematica
Roberto Natalini, Giuseppe Rosolini

I soci possono proporre delle Sezioni Speciali, aggiuntive rispetto a quelle sopra elencate. Per questioni organizzative, il numero di tali sezioni difficilmente potrà superare il numero di cinque. Tra le proposte pervenute, il Comitato Scientifico del Congresso sceglierà quelle da attivare, basandosi, tra l’altro, sulla validità scientifica, l’interesse e l’originalità della proposta e la qualità e varietà dei partecipanti.

Le proposte, della lunghezza di non più di due pagine dattiloscritte, dovranno essere inviate mediante la apposita pagina sul presente sito, indicando nome, cognome, affiliazione, indirizzo di posta elettronica dei proponenti, titolo della Sezione, struttura, motivazioni, finalità scientifica e elenco dei conferenzieri. La scadenza per la presentazione delle proposte di Sezioni Speciali è il 30/09 p.v. La selezione avverrà entro il 31/12 p.v.

Il compito dei coordinatori delle sezioni consiste innanzitutto nello stimolare fortemente la partecipazione alla sezione di studiosi di livello elevato che possano presentare comunicazioni di grande interesse.

Tipicamente le comunicazioni avranno la durata di 20 o 40 minuti inclusa la discussione. I coordinatori delle sezioni potranno tuttavia prevedere un uso diverso del tempo a loro disposizione effettuando tavole rotonde, sessioni di problemi, discussioni, ecc. Le sezioni dovranno avere una durata di 2, 4 oppure 6 ore e potranno svilupparsi anche in diversi giorni.
I conferenzieri delle sezioni devono essere soci UMI; a ciò si può derogare in caso si invitino studiosi che operano all’estero.

I soci che intendono presentare comunicazioni, possono sottoporre le loro proposte nella apposita pagina sul presente sito, indicando nome, cognome, affiliazione, indirizzo di posta elettronica, sezione in cui si intende effettuare la comunicazione, titolo della comunicazione, accludendo un sommario di non più di 20 righe. La scadenza per la presentazione delle proposte è il 31 ottobre 2022. Ai coordinatori verrà dato accesso alle comunicazioni proposte per la loro sessione affinché effettuino la selezione. Il Comitato Scientifico del Congresso intende completare il programma scientifico entro fine marzo 2023 (cioè sei mesi prima dell’inizio del congresso).

Purtroppo non è disponibile alcun finanziamento per la partecipazione alle sezioni.

E’ previsto il pagamento della quota di iscrizione al Congresso da parte di tutti i partecipanti alle sezioni.